ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

204 C.

BRETAGNE
1913
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1926 - 1928 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Bretagne
Tipo corazzata
Classe Bretagne
UnitÓ Bretagne
Lorraine
Provence
Cantiere Arsenale di Brest, Francia
Impostazione 1░ luglio 1912
Varo 21 aprile 1913
Completamento n.d.
Servizio 12 settembre 1915
Dislocamento normale 22.189 tonn.
pieno carico 26.180 tonn.
Dimensioni lunghezza 166,00 m.
larghezza 27,00 m.
immersione 8,90 m.
Motore 2 turbine a vapore Parsons
24 caldaie Niclausse
potenza 29.000 shp
2 eliche
VelocitÓ 20 nodi
Autonomia 4.700 miglia a 10 nodi
2.800 miglia a 18,7 nodi
Combustibile carbone 2.680 tonn.
nafta 300 tonn.
Protezione cintura da 160 a 270 mm.
torrione 320 mm.
casematte da 170 a 340 mm.
torri da 250 a 400 mm.
ponte da 30 a 70 mm.
Armamento 10 pezzi binati M1912 da 340 mm. / canna 45 calibri
22 pezzi singoli
M1910 da 138 mm. / canna 55 calibri
4 pezzi singoli da
47 mm.
4 tubi lanciasiluri
M12D immersi da 450 mm.
30 mine
Equipaggio permanente effettivo 1.133
Dismissione //
Radiazione //
Destino affondata il 3 luglio 1940
Note tecniche Risultato del programma di armamento navale nel 1912, la classe Bretagne con le sue due navi gemelle Provence e Lorraine appartiene al secondo ciclo di corazzate tipo "dreadnought" francese. Esso rappresenta un miglioramento della classe Courbet (con le sue tre gemelle Jean Bart, Paris e France, che ne riprende il design dello scafo, con 5 torrette binate anzichÚ 6 ma con pezzi di maggior calibro: dai 305 mm della classe Courbet ai 340 mm della classe Bretagne.
UnitÓ di concezione obsoleta, tra le due guerre mondiali venne fatto il tentativo di modernizzarla e renderla pi¨ veloce con rilevanti lavori, ma con scarsi risultati.
Note storiche Immessa in servizio durante la 1¬ Guerra Mondiale insieme con le gemelle, anche la Bretagne risult˛ essere un'unitÓ dalle qualitÓ molto mediocri.
Avendo lo stesso scafo delle precedenti unitÓ della sua classe, risult˛ essere particolarmente lenta ed anche "bagnata" in quanto le onde, invadendo la coperta, impedivano la visibilitÓ.
Certamente non avrebbero potuto competere con le contemporanee navi britanniche della classe Queen Elizabeth.
Un tentativo di miglioramento fu l'effettuazione dei lavori sia nel
1921-1923 che nel 1930-1935, durante i quali vennero sostituite le caldaie a carbone con altre alimentate ad olio combustibile, montata una nuova sovrastruttura, installata nuova direzione di tiro, montaggio nuovi telemetri, la sostituzione delle torri da 340 mm, l'aggiunta di nuove armi antiaeree (8 cannoni da 75 mm e sostituzione dei cannoni in casamatta da 138 mm), la rimozione dei tubi lanciasiluri immersi.
Al termine, alle prove la velocitÓ massima risult˛ un poco aumentata, ma allo scoppio della seconda guerra mondiale sia l'armamento che la protezione rimasero scarsi specialmente in confronto con le nuove navi.
Rimasta fedele al Governo di Vichy del Maresciallo PÚtain, il 3 giugno 1940 la Bretagne giunse a Mers-El-Kebir.
Il 3 luglio 1940, attaccata dalle britanniche
Hood, Resolution e Valiant affond˛ portando con sÚ un migliaio di uomini dell'equipaggio.
Didascalia La Bretagne in navigazione.
Foto Altre immagini della corazzata Bretagne alle schede 212C, 555C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA