ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire 621 C.

ELISABETA
1887
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1888 Fotografo: sconosciuto

Origine: archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Elisabeta
Tipo incrociatore protetto misto
Classe Marasti
UnitÓ Marasti
Elisabeta
Cantiere William Armstrong, Whitworth & Co., Elswick, Gran Bretagna
Impostazione 1885
Varo 1887
Completamento 14 settembre 1888
Servizio 15 maggio 1889
Dislocamento normale 1.243 tonn.
pieno carico 1.330 tonn.
Dimensioni lunghezza f.t. 73,10 m.
larghezza 10,21 m.
immersione a carico normale 3,66 m.
immersione a pieno carico 3,82 m.
Motore motrice ?
12 caldaie
potenza 4.700 ihp
1 elica
VelocitÓ 17,3 nodi
Autonomia n.d.
Combustibile carbone 300 tonn.
Protezione ponte da 45 a 90 mm.
cintura da 25 a 90 mm.
Armamento 4 pezzi Krupp da 152 mm. / canna 35 calibri
4 pezzi Nordenfeldt da 57 mm. / proietti da 6 libbre
4 pezzi Hotchkiss da 37 mm.
2 pezzi a revolver / proietti da 1 libbra
4 tubi lanciasiluri da 356 mm. emersi (a prua, a poppa e fiancate)
.
Equipaggio permanente effettivo 143 di cui 9 ufficiali e 134 uomini
di complemento 190 di cui 12 istruttori civili e 23 cadetti navali
Disarmo 1916
Radiazione 1919
Destino demolita attorno al 1930
Note tecniche La Elisabeta aveva lo scafo in acciaio con fumaiolo unico.
Era armata a brigantino a palo (trinchetto e maestra a vele quadre, mezzana a vele auriche).
Con il rifacimento del 1904 venne eliminato l'armamento velico e tolto l'albero maestro e sui restanti alberi di trinchetto e di mezzana fu montata una coffa da combattimento.
Durante i lavori del 1906 l'armamento venne ammodernato con la sostituzione dei 4 pezzi da 72 mm con 4 da 220 mm ed i 4 da 6 libbre con due cannoni a revolver con proiettili da 12 libbre.
Note storiche Primo ed unico incrociatore protetto della Romania, venne chiamato Elisabeta in onore della prima regina del paese.
Complet˛ le prove in mare il 14 settembre 1888 alle bocche del fiume Tyne presso Elswick.
A metÓ ottobre 1888 lasci˛ l'Inghilterra, con scali a Lisbona, Malta e Costantinopoli, giungendo nel porto di Sulina il 4 novembre.
Il giorno dopo la
Elisabeta venna inviata all'Arsenale della Marina Reale di Galatz per i lavori di completamento, che durarono per tutto l'inverno 1888-1889.
Dalla primavera del 1889 l'unitÓ era totalmente operativa.
Prima missione il 15 maggio 1889, effettuava una crociera di addestramento.
Nell'estate del 1890 la
Elisabeta venne designata nave ammiraglia della 1¬ Divisione Navale Rumena, consistente nella cannoniera Griviţa, le torpediniere Naluca, Smeul, Sborul, e della nave scuola a vela Mircea.
Nel 1894 a Sulina partecip˛ alle Celebrazioni di inaugurazione della Commissione Internazionale del Danubio.
Il 30 settembre 1895, insieme al brigantino
Mircea (vedi scheda 622C)partecip˛ alle Celebrazioni Colombiane a Genova (vedi foto), a cui fece seguito la partecipazione all'inaugurazione del Canale di Kiel.
Nei successivi 15 anni fece crociere di rappresentanza, sopratutto in Mediterraneo e nel Mar Nero.
Nel 1904 venne disarmata e messa in cantiere a Galatz per lavori.
Gli alberi da tre vennero ridotti a due.
Rimessa in servizio il 15 maggio 1905, il 2 giugno impedý alla corazzata russa
Kniaz PotŰmkin Tavricevsky, il cui equipaggio si era ammutinato, di attraccare nel porto di Costanza per rifornimenti e carbonaggio. L'8 luglio la PotŰmkin rientr˛ a Costanza per arrendersi alla Romania.
Nel 1906 venne sostituito l'armamento. Con l'occasione il 17 giugno venne montata a bordo la prima stazione telegrafica senza fili (tipo Clayton) su una nave da guerra rumena.

Nel 1912 e nel 1913 la nave venne inviata ad Istambul a protezione dei cristiani, dei cittadini rumeni e del personale del Consolato rumeno.

Nel 1916 venne disarmata ed i suoi cannoni vennero utilizzati a terra.
Portata nel 1919 in cattive condizioni a Galatz, fece un viaggio come trasporto mercantile.
Riportata a Sulina, venne utilizzata come chiatta.
Venduta alla demolizione nel 1926, fu demolita attorno al 1930.
Didascalia Prove di macchina lungo il Tyne.
Foto Altre immagini della nave Elisabeta alle schede 3984C, 3985C, 3986C, 3987C, 3988C, 3989C, 3990C, 4040C, 4041C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA