ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

707 C.

KING EDWARD VII

1903
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1905 c. Fotografo: sconosciuto

Origine: da una cartolina dell'epoca

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome King Edward VII
Tipo incrociatore da battaglia di 1¬ classe
Classe King Edward VII
UnitÓ King Edward VII
Dominion
Commonwealth
Hindustan
Zealandia
Africa
Hibernia
Britannia
Cantiere Harland & Wolff Ltd, Devonport, Regno Unito
Impostazione 8 marzo 1902
Varo 23 luglio 1903
Completamento n.d.
Servizio 7 febbraio 1905
Dislocamento normale 15.585 tonn.
pieno carico 17.290 tonn.
Dimensioni lunghezza f.t. 138,30 m.
lunghezza p.p. 129,54 m.
larghezza 23,77 m.
immersione 7,72 m.
Motore 2 motrici alternative a 4 cilindri verticali a triplice espansione
10 caldaie tubolari Babcock & Wilcox + 6 caldaie cilindriche
potenza 18.000 ihp
2 eliche
VelocitÓ 18,8 nodi
Autonomia n.d.
Combustibile carbone 2.550 tonn.
Protezione acciaio tipo Krupp
cintura da 200 a 230 mm.
ponti da 50 a 65 mm.
paratie da 200 a 300 mm.
barbette 300 mm.
casematte da 130 a 230 mm.
torri 200 mm.
torrione 300 mm.
Armamento 4 pezzi binati BR-Mk IX da 305 mm. / canna 40 calibri
4 pezzi singoli BR-Mk IX da 234 mm. / canna 45 calibri
10 pezzi singoli BR-BLVII-VIII-PIII-IV da 152 mm. / canna 45 calibri
12 pezzi singoli tiro rapido BR-PI da 76 mm./canna 40 cal/palla 12 lb
14 pezzi singoli Hotchkiss Mk I-II da 47 mm./canna 50 calibri / 3 libbre
4 tubi lanciasiluri RGF Mark VI Fiume Mark III 1906 da 460 mm.
Equipaggio permanente effettivo 777
di complemento 6.216
Disarmo //
Radiazione //
Destino affondata il 6 gennaio 1916
Note tecniche Progetto di Sir William White.
Ogni unitÓ della classe cost˛ ú 1.337.000 sterline.

Dopo una serie di classi simili tra di loro, la classe King Edward VII era un progetto completamente nuovo per i suoi larghi e ravvicinati fumaioli e le dimensioni pi¨ grandi che permettevano di piazzare le torri delle batterie intermedie da 234 mm. ai quattro angoli della superstruttura.

La classe risult˛ di possedere anche ottime qualitÓ marine: buona velocitÓ, altamente stabile ed operativa in ogni condizione.
Con mare grosso soffriva tuttavia di forte rollio e la bassa coperta era invasa dalle onde, tanto che divenne conosciuta come "gli otto barcollanti".
Per attenuare questo difetto furono fatti molti esperimenti e la soluzione fu trovata nel timone bilanciato servoassistito.
Con questo nuovo tipo di timone la nave era capace di invertire la rotta in 311 metri alla velocitÓ di 15 nodi ma faticava sempre a tenerla dritta.
Note storiche Il 7 febbraio 1905 fu messa in servizio come nave ammiraglia della Flotta Atlantica.
Il 5 marzo 1907 pass˛ come ammiraglia nella Flotta del Canale, ove rimase sino al febbraio 1909.
Nel marzo 1909 divenne ammiraglia della Home Fleet.
Nel giugno 1913 venne distaccata in Mediterraneo per il blocco delle coste del Montenegro e l'occupazione di Scutari in seguito alla Guerra Balcanica.
Allo scoppio della 1¬ Guerra Mondiale la King Edward VII divenne ammiraglia e dall'agosto al novembre 1914 fece servizio atlantico nella Northern Patrol.
Nel gennaio 1916 venne inviata da  Rosyth a Devonport per lavori.
Il 6 gennaio 1916, tre ore dopo aver salpato da Rosyth, giunta al largo di Cape Wrath entr˛ in un campo minato da poco posato dal corsaro tedesco M÷we.
Alle 10,47 urt˛ una mina sulla fiancata di tribordo della sala macchine.
L'esplosione caus˛ una falla che produsse lo sbandamento della nave.
Tentativi di rimorchio effettuati dal mercantile Princess Melita e dal cacciatorpediniere Kempenfelt fallirono.
Dopo cinque ore il comandante diede l'ordine di abbandono nave che impieg˛ ancora quattro ore prima di affondare.
Didascalia La nave in una cartolina dell'epoca.
Foto Altre immagini della King Edward VII alle schede 801C, 1884C, 3090C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA