ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

828 C.

QUEEN ELIZABETH
1913
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1943 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Queen Elizabeth
Tipo nave corazzata da battaglia di 1¬ classe
Classe Queen Elizabeth
UnitÓ Queen Elizabeth
Valiant
Barham
Warspite
Malaya
Cantiere Arsenale di Portsmouth, Regno Unito
Impostazione 21 ottobre 1912
Varo 16 ottobre 1913
Completamento gennaio 1915
Servizio 1915
Dislocamento normale 36.450 tonn.
Dimensioni lunghezza f.t. 196,21 m.
larghezza 31,70 m.
immersione 10,06 m.
Motore motrici peso 5.248,8 tonn.
4 turbine a vapore Parsons/Brown-Curtis in presa diretta
24 caldaie
potenza normale 56.000 shp
potenza forzata 75.000 shp
4 eliche
VelocitÓ 23,5 nodi
Autonomia 11.350 miglia a 10 nodi
8.600 miglia a 12,5 nodi
3.900 miglia a 21 nodi
Combustibile nafta 3.300 tonn.
carbone 100 tonn.
Protezione acciaio cementato tipo Krupp del peso di 10.570,5 tonn.
cintura da 150 a 330 mm.
ponte superiore 50 mm.
ponte inferiore 75 mm.
paratie 150 mm.
torrione280 mm.
barbette da 100 a 255 mm.
Armamento peso 6.014,25 tonn.
4 pezzi binati BR-Mark I da 381 mm. / canna 42 calibri
14 pezzi singoli BL-P VII VIII IX da 152 mm. / canna 45 calibri
2 pezzi singoli fuoco rapido HA-MkI da 76 mm. / canna 45 cal,/12 lb.
10 pezzi singoli  BL-Mk-IV-VI 1880 da 76 mm. / canna 26 cal,/12 lb.
4 pezzi singoli da
47 mm. / proietto da 3 libbre
4 tubi lanciasiluri da 534 mm. immersi
Equipaggio permanente effettivo da 923 a 1.200
di complemento 6.000
Disarmo 1945
Radiazione 1946
Destino ceduta alla demolizione nel marzo 1948
Note tecniche Progetto di Sir Phillip Watts.
L'esperienza maturata nelle osservazioni della Guerra Russo - Giapponese del 1905 indicavano che era vantaggiosa la possibilitÓ di portare grande copertura di fuoco sul primo fronte della linea navale nemica da battaglia.
Questa classe di unitÓ fu costruita per questo scopo, con un mix di alta velocitÓ e potenza di fuoco adeguata alla stazza.
Vennero cosý adottati quattro pezzi in torre da 381 e numerosi calibri intermedi con ampio raggio d'azione ed alta potenza di penetrazione.
La protezione era simile a quella adottata per la classe
Iron Duke.
La carena venne interamente corazzata da prua a poppa.
Per aumentare la velocitÓ le caldaie vennero adattate a bruciare nafta, con il vantaggio di produrre meno fumo, di facilitare il bunkeraggio, di un'accelerazione pi¨ rapida e notevole aumento di autonomia.
Note storiche Giunse nei Dardanelli il 19 febbraio 1915 e lo stesso giorno bombard˛ le difese costiere turche.
Durante l'azione venne colpita da cannonate nemiche senza gravi danni.
Il 27 aprile 1915 aprý il fuoco sull'ex germanica SMS Goeben utilizzando un pallone aerostatico frenato per localizzarla.
Il 12 maggio ripartý dai Dardanelli per l'Inghilterra rischiando i siluri dei sommergibili tedeschi.
Il 26 maggio giunse a Scapa Flow per aggregarsi alla 5¬ Squadra da Battaglia.
Tra le due guerre mondiali, dal 1919 al 1924 divenne nave ammiraglia della Flotta Atlantica.
Dal 1924 fu ammiraglia della Flotta del Mediterraneo.
Ricostruita, dall'inizio della 2¬ Guerra Mondiale fu aggregata alla Flotta del Mediterraneo.
Il 18 dicembre 1941, nel porto di Alessandria d'Egitto, la HMS Queen Elizabeth venne attaccata ed affondata dall'equipaggio del mezzo anfibio (detto "maiale") composto da Marceglia e Schergat, mentre un altro mezzo anfibio condotto da Durand De La Penne e Bianchi affond˛ la HMS Valiant ed un terzo condotto da Martellotta e Marino affond˛ la petroliera S/S Sagona ed il cacciatorpediniere HMS Jervis.
Successivamente la HMS Queen Elizabeth venne recuperata dagli americani, portata nel cantiere di Norfolk in Virginia, e, riparata, dal 1944 venne messa in servizio nel Pacifico.
Prese parte al bombardamento delle basi giapponesi in Indonesia.
Nel luglio 1945 torn˛ in Inghilterra e nel marzo 1948 fu venduta alla demolizione.
Didascalia In rada
Foto Altre immagini della corazzata HMS Queen Elizabeth alle schede 829C, 830C, 831C, 832C, 1662C, 3128C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA