ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

1998 C.
GENERAL ADMIRAL APRAKSIN
1896
Click per ingrandire

Epoca: anno 1902 c. Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome General Admiral Apraksin
Tipo incrociatore costiero di 2¬ classe
Classe Admiral Ushakov
UnitÓ Admiral Ushakov
Admiral Sen
yavin
General Admiral Apraksin
Cantiere New Admiralty Navy Yard, San Pietroburgo, Russia
Impostazione ottobre 1894
Varo maggio 1896
Completamento 1899
Servizio 1899
Dislocamento normale 4.126 tonn.
pieno carico 4.971 tonn.
Dimensioni lunghezza 87,32 m.
larghezza 15,85 m.
immersione 5,94 m.
Motore 2 motrici alternative a cilindri verticali a triplice espansione
8 caldaie cilindriche
potenza 5.750 ihp
2 eliche
VelocitÓ 16 nodi
Autonomia 2.400 miglia a 10 nodi
3.400 miglia a 9 nodi
Combustibile carbone 550 tonn.
Protezione cintura da 200 a 250 mm.
ponte da 25 a 50 mm.
torrione 180 mm.
torri da 130 a 180 mm.
Armamento 2 pezzi binati 1891 da 255 mm. / canna 45 calibri
1 pezzo singolo
1891 da 255 mm. / canna 45 calibri
4 pezzi singoli 1892 a tiro rapido da 120 mm.
/ canna 45 calibri
6 pezzi singoli Hotchkiss Mk I da 47 mm. / 50 calibri / proietto 3 libbre
10 pezzi singoli US Hotchkiss da 37 mm. / proietto 1 libbra
2 pezzi da sbarco da 64 mm.
4 tubi lanciasiluri da 380 mm. sopra la linea di galleggiamento
Equipaggio permanente effettivo 406
di complemento 1.212
Disarmo 1926
Radiazione 1926 dal Giappone
Destino demolita nel 1926
Note tecniche La General Admiral Apraksin differiva dalle altre della sua classe in quanto era l'unica unitÓ a montare un pezzo secondario in una torretta soprastante la torre di prua.
Note storiche Costruite per contrastare le nuove unitÓ della marina svedese, non erano adatte alla circumnavigazione del globo cui furono sottoposte nel 1904 per raggiungere Port Arthur assediata dai giapponesi.
Le tre unitÓ di questa classe vennero assegnate alla 3¬ Divisione della Squadra del Pacifico.
Il 27 maggio 1905 nella Battaglia di Tsushima la Ammiraglio Ushakov mentre con la squadra si dirigeva su Port Arthur venne colpita dal cannone due volte sotto la linea di galleggiamento.
Rimasta indietro rispetto al resto della squadra, il giorno dopo fu circondata da cinque incrociatori giapponesi diretti dallo Yakumo.
Priva di munizioni, prima di arrendersi venne autoaffondata con la perdita di 63 uomini.
Anche la
General Admiral Apraksin si arrese: venne catturata, rimessa in mare ed immessa nella marina imperiale giapponese con il nome di Okinoshima. Venne radiata e demolita in Giappone nel 1926.
La Ammiraglio Senyavin venne seriamente danneggiata nella Battaglia di Tsushima ed il giorno seguente si arrese anch'essa al Giappone.
Rimessa in cantiere, venne ribattezzata Mishima e rimase in servizio nella marina imperiale giapponese sino alla radiazione nel 1928.
Lo stesso anno fu demolita.
Didascalia In navigazione.
Foto Altre immagini dell'incrociatore General Admiral Apraksin alle schede 1999C, 2546C, 2665C, 3486C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA