ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

2208 C.

PERESVIET
1898
Click per ingrandire

Epoca: anno 1902-03 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Peresviet
Tipo nave corazzata da battaglia di 1¬ classe
Classe Peresviet
UnitÓ Peresviet
Osliabya
Pobyeda
Cantiere Cantiere del Nuovo Ammiragliato, San Pietroburgo, Russia
Impostazione 21 novembre 1895
Varo maggio 1898
Completamento n.d.
Servizio luglio 1901
Dislocamento 12.674 tonn.
Dimensioni lunghezza f.t. 133,20 m.
lunghezza scafo 129,70 m.
lunghezza p.p. 125,73 m.
larghezza  21,60 m.
immersione 7,92 m.
Motore 3 motrici a 3 cilindri verticali a triplice espansione
32 caldaie Belleville
Potenza 15.000 ihp
3 eliche
VelocitÓ 18,5 nodi max
Autonomia 5.000 miglia a 10 nodi
Combustibile carbone 2.100 tonn.
Protezione acciaio cementato tipo Harvey
cintura da 130 a 230 mm.
torri da 130 a 230 mm.
torrione 150 mm.
casematte 130 mm.
barbette 200 mm.
Armamento 4 pezzi binati da 254 mm. / canna 45 calibri
11 pezzi singoli da 152 mm. / canna 45 calibri
20 pezzi singoli a tiro rapido da 75 mm. / canna 50 calibri
20 pezzi singoli a tiro rapido da 47 mm. / canna 43 calibri
8 pezzi singoli a tiro rapido da 37 mm. / canna 23 calibri
2 pezzi da sbarco da 64 mm. / canna 19 calibri
5 tubi lanciasiluri da da 381 mm. (3 emersi + 2 immersi)
45 mine
Equipaggio 752
Disarmo //
Radiazione //
Destino affondata 4 gennaio 1917
Note tecniche La costruzione di questa classe di navi si ispir˛ fortemente alla classe britannica Centurion.
Essenzialmente erano incrociatori corazzati ingranditi, con buona autonomia, ma non erano unitÓ particolarmente veloci ed avevano poca protezione per limitarne il peso, il consumo e la giÓ non brillante velocitÓ.
Anche l'armamento era piuttosto debole.
Parteciparono tuttavia alle pi¨ importanti battaglie navali del loro tempo.
I pezzi da 254 mm. erano dotati di torri del tipo francese.
Note storiche Venne seriamente danneggiata dalle cannonate giapponesi durante la Battaglia del Mar Giallo del 10 agosto 1904.
Il 7 dicembre 1904 durante l'assedio di Port Arthur fu colpita da 23 proiettili di obice da 280 mm. ed affond˛.
Recuperata dai giapponesi venne riportata in cantiere ai lavori, al termine dei quali fu incorporata nella Marina Imperiale Giapponese con il nome di Sagami.
Nel gennaio 1916 la Russia doveva realizzare in fretta una squadra navale in Artico a protezione dei convogli alleati per il trasporto dei rifornimenti, vitali per le sue forze armate.
Non potendo utilizzare la squadra del Mar Baltico bloccata dai Tedeschi, nÚ quella del Mar Nero bloccata dai Turchi, l'Ammiragliato Russo corse ai ripari riacquistando le vecchie unitÓ russe catturate dal Giappone a Port Arthur nel 1904-05, tra le quali la Sagami, che ribattezz˛ con il primitivo nome di Peresviet portandola a Vladivostok nel marzo 1916.
UnitÓ declassata ad incrociatore corazzato, nave assai poco maneggevole, i
l 26 maggio 1916 durante le esercitazioni si aren˛ su una secca davanti a Vladivostok rimanendovi incagliata sino a luglio, non potendo cosý salpare con le altre unitÓ da Vladivostok partite a fine giugno 1916.
Recuperata e rimessa in mare, l'unitÓ trov˛ la sua fine durante il trasferimento all'uscita del canale di Suez a dieci miglia al largo di Porto Said dove il 4 gennaio 1917 urt˛ una mina posata dal sommergibile tedesco U-73 ed affond˛.
Didascalia  
Foto Altre immagini della Peresviet alle schede 2209C, 2210C, 2211C, 2212C, 3499C, 3500C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA