ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire

2237 C.

AURORA
1873
Click per ingrandire

Epoca: anno 1900 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Aurora
Tipo Glattdeckskorvette - corvetta mista vela - motore
Classe Aurora
UnitÓ Aurora
Frundsberg
Zrinyi
Cantiere Cantiere Navale Adriatico San Marco Trieste n░ prog. 68
Impostazione 11 dicembre 1871
Varo 20 novembre 1873
Completamento giugno 1874
Servizio 1░ luglio 1874
Dislocamento normale 1.340 tonn.
pieno carico 1.430 tonn.
Dimensioni

lunghezza ft 59 m.
lunghezza linea galleggiamento 57,13 m.
larghezza 10,45 m.
immersione normale 4,40 m.
immersione a pieno carico 5,20 m.

Motore 1 motrice alternativa a vapore Stabilimento Tecnico Triestino
12 caldaie
potenza 230 HP
1 elica fissa Griffith ě 4,12 m. a 2+2 pale
VelocitÓ 11,18 nodi a tutta forza (84 giri/min)
  9,24 a mezza forza
Autonomia nd
Combustibile carbone
Protezione //
Armamento origine:   4 cannoni Wahrendorf da 150 mm.
                2 cannoni Uchatius da 70 mm.
                2 mitragliere da 25 mm.
dal 1891: 2 cannoni da 150 mm.
                4 cannoni da 90 mm.
                2 cannoni da 70 mm.
                2 pezzi da 47 mm.
Equipaggio 1873: 245
1875: 203
1877: 210
1891: 211
1895: 223
1907:     8
Disarmo 1919
Radiazione 1919
Destino demolita 1927
Note tecniche Progetto di Josef Romako.
Armamento velico a brigantino a palo.
Il contratto per la sua costruzione venne firmato nel novembre 1871.
L'11 dicembre venne impostata nel cantiere di Trieste ed il 13 gennaio 1872 venne nominata SMS Aurora dal Kaiser Francesco Giuseppe I.
Il 30 marzo 1874 venne portata a Pola al completamento, terminato il quale il 1░ luglio venne consegnata alla Marina Imperiale.
Il 1░ agosto inizi˛ le prove di macchina.
Nel 1875 venne messa in riserva.
Nel 1877 venne riarmata.
Note storiche

Il 16 marzo 1879 venne messa in servizio nella Squadra con viaggi in Dalmazia e nel Levante. Nel dicembre un vento fortissimo di tramontana la sorprese al largo di Creta spezzando il bompresso.
Dopo le riparazioni rimase nella Squadra sino al 29 luglio 1880, quando pass˛ in disarmo.
Riarmata il 2 agosto 1884, al comando del Capitano di Fregata Viktor Bousquet effettua un viaggio in Sud America toccando porti in Brasile e Stati del Plata. A Rio de Janeiro il 10 novembre riceve a bordo la visita dell'imperatore Dom Pedro II, il 22 dicembre a Buenos Aires quella del Presidente della Repubblica Argentina.
Il 1░ gennaio 1885 Ŕ a Montevideo.
Il 25 aprile 1885 getta l'ancora a Pola, dopo aver navigato per 17353 miglia.
Disarmata il 26 aprile, and˛ ai lavori sostituendo le caldaie.
Riarmata il 5 luglio 1886, al Comando del Capitano di Fregata Franz MŘller Ŕ di stanza in Asia Orientale a partire dal 1░ agosto 1886.
In questo periodo percorre lo Yang Tse Kiang fino a Ching Kiang.
Il 28 aprile 1888 Ŕ di ritorno a Pola, dopo aver percorso 26788 miglia.
Il 1░ maggio venne messa ai lavori con la revisione completa della motrice.
Riarmata il 5 agosto 1889, il giorno 8 salpava al comando del Capitano di Fregata Conte Rodolfo Montecuccoli per compiere una crociera nelle Indie Occidentali ed in Africa Orientale.
Durante il viaggio di ritorno, tra Colombo ed Aden, 107 membri dell'equipaggio si ammalano di "influenza".
A Porto Said un marinaio sbarca e viene condotto all'Ospedale Inglese dove muore. Nella notte tra il 26 e 27 aprile anche l'ufficiale Hermann von Lorenz-Liburnau muore per un'infezione del sangue e viene sepolto a Suda. 
Il 4 maggio 1890 la nave gettava le ancore a Pola, dopo un viaggio di 18884 miglia, delle quali 11505 a vela, 6429 a vapore, il resto a propulsione mista.
Durante il viaggio utilizz˛ 820 tonn. di carbone.
Al comando del Capitano di Fregata Gustav Thewalt dal 1░ settembre 1891 al 20 settembre 1892 compie una crociera con parte dei cadetti dell'anno 1891 in India Occidentale, Nord America e Portogallo dove partecipa ai festeggiamenti per  l'anniversario di Cristoforo Colombo.
Al comando del Capitano di Fregata Konstantin Edler von Pott, in viaggio di missione in Asia Orientale durato dal 10 maggio 1895 al 15 maggio 1896 percorre 23858 miglia, delle quali 15531 a vela.
Nel 1897 vennero sostituite le caldaie.
Nel 1902 l'unitÓ venne declassata ad alloggiamento per il personale della Direzione Sommergibili.
Dal 1904 al 1905 venne riadattata per essere utilizzata dalla Scuola e Deposito Mine.
Il 16 settembre 1905 venne rimorchiata a Sebenico.
Dal 1914 sempre a Sebenico, utilizzata come sede del Comando Mine.
Nel 1919 venne portata a Kumbor nelle Bocche di Cattaro.
Nel 1920 fu consegnata alla Jugoslavia che il 4 marzo 1921 la inserý nella Marina Jugoslava con il nome di Skradin.
Dal 1924 al 1927, utilizzata per alloggiamenti, venne demolita a Teodo.

Didascalia  
Foto  

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA