ARCHIVIO VECCHIE VELE


018 A.

DORIDE

ELENCO ALFABETICO VELIERI

Epoca della foto: anno 1920 Fotografo: sconosciuto

Origine: Carrette, Cap. Pro Schiaffino, Nuova Editrice Genovese, Genova 1996

autore: Marcello Bozzo NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

Il brigantino-goletta Doride venne varato a Lavagna nel 1920 dai cantieri della società NICA - Navi Italiane in Cemento Armato.

Questa compagnia, fondata lo stesso anno, ebbe sede in Roma, direzione a Genova e cantiere a Lavagna.

Venne costituita dagli ingegneri Luigi Gallingani e C. Preve i quali ebbero l'idea di abbassare il costo di costruzione dei bastimenti utilizzando il cemento per realizzare lo scafo, materiale molto più economico del legno o dell'acciaio normalmente usati.

Non serviva antiruggine né pittura e le riparazioni erano molto più facili.

Lo scafo del Doride infatti era fatto in cemento armato.

Stazzava 203 tonnellate.

La novità suscitò ovviamente molto scalpore: si diceva che invece dei sestanti era meglio imbarcare cazzuole.

Vennero costruiti dalla N.I.C.A. alcuni altri bastimenti in cemento (vedi schede 203A e 204A), ma l'esperimento non ebbe seguito a causa delle alterne vicende accadute a questi bastimenti e presto la società chiuse i battenti.

Il Doride naufragò nel 1925 a causa di una tempesta cui non sopravvisse.

ELENCO ALFABETICO VELIERI