ARCHIVIO NAVI A VAPORE


 

565 B.

INTEGRITAS


 
Epoca: 1936 c Fotografo: sconosciuto
Origine: archivio privato GioMar

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave mercantile Integritas in una rada a macchine ferme.

Questa nave da carico faceva parte di un gruppo di mercantili che lo Stato fece costruire per farle gestire dalla nuova compagnia statale Società Nazionale di Navigazione con sede a Genova onde far fronte alle necessità logistiche dei trasporti della prima guerra mondiale.

Consegnate solo alla fine del conflitto quando ormai non erano più necessarie, vennero cedute ai privati.

La nave venne costruita dal cantiere Società Esercizio Bacini di Riva Trigoso con il nome
Angelo Toso per conto della Soc. Nazionale di Navigazione, Genova. Bandiera italiana.

Costruita gennaio 1917.
Completata nel giugno 1917
Stazza lorda 5.952 t
Lunghezza 121,60 m
Larghezza 16,0 m
Propulsione: 1 motrice a vapore, 3 cilindri a triplice espansione
Velocità 9,0 nodi

Nel 1929 venne venduta alla Società Anonima per l'Industria ed il Commercio Marittimo Nova Genuensis di Genova, che la ribattezzò
Integritas, iscrivendola al Compartimento Marittimo di Genova al n° 816.

Il 12 febbraio 1941, avvicinandosi le truppe inglesi alla base di Chisimaio (Somalia) dove la nave era bloccata, l'equipaggio la autoaffondò per evitarne la cattura da parte dell' 11ª e 12ª Divisione Africana e della 1ª Sudafricana che in effetti occuperanno la base di Chisimaio cinque giorni dopo, il 17 febbraio 1941.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI