ARCHIVIO ANTICHI VELIERI

ELENCO NUMERICO                                                                      ELENCO ALFABETICO


Versione ad alta risoluzione                                                                                                          
                                                        

033.           DITTATORE GARIBALDI                     

Dipinto da Domenico Gavarone il 2.10.1862

Polena raffigurante Garibaldi con la spada sguainata

dimensioni del quadro cm. 67x46

Quadro con scala in piedi inglesi

Dono di Caprera Razetto.
Autore: Marcello Bozzo - Email:
bozzo@agenziabozzo.it

DATI ANAGRAFICI DEL VELIERO:

 TIPO:                                          brigantino 
 ANNO DI COSTRUZIONE:     Marzo 1861
 LUOGO DI COSTRUZIONE: Sestri Ponente
 ARMATORE:                           Giovanni Razetto (Puixettu)
 PORTO DI ARMAMENTO:   Camogli
 LEGNAME:                              quercia
 TONNELLAGGIO:                  di Registro 307
 PESCAGGIO:                           mt. 4,87; piedi francesi 15
 FIDUCIA NAVIGAZIONE:     1,00 Atlantico
 ASSICURAZIONE:                  Mutua Assicurazione Camogliese N°. 240
 VALORE ASSICURATO:       nel 1862 £ 62.250; nel 1880: £ 19.100
 CAPITANO:                             Olivari

NOTE SUL VELIERO:

Sembra che Garibaldi possedesse 2 carati sulla nave.
Il Capitano Della Casa Prospero nel 1874 si ammalò durante la traversata.
Il secondo di bordo proponeva di appoggiare in un porto del Portogallo, ma il Capitano energicamente si opponeva.
Ammalato e febbricitante condusse il bastimento in porto nel Senegal.
Quando il bastimento dava fondo le ancore il Capitano moriva.
Riposa nel Cimitero di Goua, Senegal.
Riportato a Odessa nel 1865 Capitano Razeto.
Dal Libretto di Navigazione di Olivari Angelo nato a Ruta il 4.1.1828 Matricola n. 6907: Imbarcato a Marsiglia 17 Novembre 1874 al Comando.
Sbarcato il 27 Ottobre 1875 avendo
toccato i porti di Bengasi - Trebisonda - Bediansk - Kerch - Costantinopoli.
Imbarcato a Nizza il 15 Dicembre 1875.
Sbarcato a Genova il 9 Marzo 1876 scali fatti Licata Nizza - Cette.
Dal 1874 al 1879 il Capitano Olivari imbarca per ben 7 volte sempre al comando facendo viaggi dei Mar Nero e Nord Europa.
Prestito a Cambio Marittimo:
Il Capitano Nicola Schiaffino promette e si obbliga di restituire al Signor Antonio Inglesse, o a
suo ordine, l'ammontare del presente Cambio Marittimo in capitale ed interessi marittimi che il tutto si eleva alla somma di Franchi ottomila duecento settantacinque e centesimi settantotto (Fr. 8.275,78) tre giorni dopo l'arrivo nel porto di destinazione e pria di cominciare la discarica del grano, o in tuttaltro porto di rilascio nel quale il naviglio potrà essere scaricato anco per causa d'avaria. Firmato Cap. Nicola Schiaffino – Antonio Inglesse.
Trascritto nel Registro delle Trascrizioni degli Atti del Consolato d'Italia a Costantinopoli. Firmato il Vice Console Vito Papigliano:
Costantinopoli 5 Marzo 1872.