ARCHIVIO NAVI DA GUERRA

Click per ingrandire 620 C.
KRONPRINZESSIN ERZHERZOGIN STEFANIE
1887
Click per ingrandire

Epoca della foto: anno 1892 Fotografo: sconosciuto

Origine: Archivio

autore: Marcello Bozzo   NOTE:    bozzo@agenziabozzo.it

Nome Kronprinzessin Erzherzogin Stefanie
Tipo corazzata da battaglia di 2¬ classe a torri
Classe Kronprinzessin Erzherzogin Stefanie
UnitÓ Kronprinzessin Erzherzogin Stefanie
Cantiere Stabilimento Tecnico Triestino
Impostazione 12 novembre 1884
Varo 6 luglio 1887
Completamento settembre 1889
Servizio 1░ luglio 1890
Dislocamento normale 5.152 tonn.
pieno carico 5.631 tonn.
Dimensioni lunghezza alla linea d'acqua 87,24 m.
lunghezza p.p. 85,36 m.
larghezza 17,06 m.
immersione 6,60 m.
Motore 2 motrici alternative verticali  3 cilindri a duplice espansione Maudslay
10 caldaie
potenza 8.000 ihp
2 eliche
VelocitÓ 16 nodi
Autonomia n.d.
Combustibile carbone 495 tonn.
Protezione piastre di ferro
cintura 230 mm.
torri 285 mm.
torrione 50 mm.
Armamento 2 pezzi binati GR-Krupp da 305 mm. / canna 35 calibri
1 pezzo singolo GR-Krupp da 305 mm. / canna 35 calibri
6 pezzi singoli GR-RKL35 Krupp C80 da 152 mm./ canna 35 calibri
7 pezzi singoli tiro rapido FR-Hotchkiss 47 mm. /canna 44 cal./ pr. 3 lb.
2 pezzi singoli tiro rapido FR-Hotchkiss 47 mm. /canna 35 cal./ pr. 3 lb.
2 pezzi singoli tiro rapido FR-Hotchkiss 37 mm. /canna 45 cal./ pr. 1 lb.
4 tubi lanciasiluri AUT-Fiume Standard da 406 mm.
Equipaggio 34 Ufficiali e 447 comuni
Disarmo 1910
Radiazione 1914
Destino demolita nel 1926
Note tecniche Questa unitÓ venne progettata dal nuovo Direttore delle Costruzioni Navali Austriache Josef Kuchinka.
Lo scafo venne costruito con compartimenti stagni longitudinali e trasversali, seppure con la protezione estesa alle sole parti vitali della nave.
La disposizione delle torri binate a barbetta poste a proravia ai due lati della plancia, di derivazione francese, pur avendo ampio angolo di tiro, non permetteva la concentrazione del fuoco di ambedue le torri su un solo lato della nave.
Dal 1890, con l'introduzione del caricamento automatico dei nuovi grossi calibri in torre centrale che permetteva la concentrazione di fuoco di tutti i grossi pezzi della nave su un solo bersaglio, questo tipo di armamento divenne superato giÓ al momento del varo.

Inoltre, a causa della scarsa protezione dei cannoni in barbetta, ritenuta insufficiente anche a motivo dell'introduzione, dopo il 1890, di cannoni a tiro rapido, divenne presto obsoleta.
Note storiche Dal 1910 venne utilizzata come pontone.
Nel 1914 venne utilizzata come alloggiamento per la Scuola Artificieri.
Nel 1920 venne ceduta all'Italia in conto riparazioni di guerra.
Venne demolita in Italia nel 1926.
Didascalia Nel porto di Genova per il IV░ Centenario Colombiano.
Foto Altre immagini della corazzata KuK Kronprinzessin Erzherzogin Stefanie alle schede 1129C, 1130C, 1315C, 1316C, 1317C, 2562C.

ELENCO ALFABETICO NAVI DA GUERRA