ARCHIVIO NAVI A VAPORE


 

532 B.

CAPO LENA


 
Epoca: anno 1939-40 Fotografo: sconosciuto
Origine: archivio privato GioMar

autore: Marcello Bozzo  NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave Capo Lena in movimento. Al centro della fiancata si vede la bandiera italiana dipinta per evitare che la nave fosse attaccata dai belligeranti in quanto allora l'Italia era un paese neutrale.

Costruito dal Cantiere William Gray & Co. Ltd., West Hartlepool, Regno Unito
Tipo piroscafo da carico dal 1921 al 1930
Piroscafo misto carico - passeggeri dal 1930 al 1944
Numero di cantiere 937.
Varo 16 luglio 1920
Entrata in servizio gennaio 1921
Dislocamento 10.377 t
Stazza lorda 4.508 (4.453?) t
Stazza lorda 4.820 (5.117?) t poi
Portata lorda 6.985 t
Lunghezza 106,98 (110,60?) m
Larghezza 16,00 m
Propulsione: 1 motrice a vapore a triplice espansione e 3 cilindri Central Marine Engine Works di West Hartlepool
Potenza 2500 HP
1 elica
VelocitÓ 10,5 nodi
Passeggeri dal 1931: 650

Varata con il nome di
Saint RenÚ per la SociÚtÚ Navale de l'Ouest (SNO) di Le Havre.
Il
23 novembre 1922 la cedette alla Strick Line Ltd. di Frank Clarke Strick & Co. di Londra, che le diede il nome di Avristan.
Nel 1929 il mercantile venne venduto alla Compagnie Navale & Commerciale de l'OcÚanie (CNCO) di Bordeaux, che lo ribattezz˛ Saint Augustin e lo impieg˛ sulla rotta della Nuova Caledonia.
Nel 1930 la
Saint Augustin fu acquisita dalla SociÚtÚ des Services Contractuels des Messageries Maritimes di Dunkerque cambiandole il nome in Astrolabe. Venne impiegata sulla linea dell'Oceano Pacifico via Canale di Panama.
L'11 agosto 1930 il mercantile venne sottoposto a lavori di trasformazione in piroscafo misto nei Chantiers de la Gironde. Vennero ricavate sistemazioni per 22 passeggeri di prima classe, 28 di seconda e 600 di terza (emigranti).
La stazza lorda aument˛ a 4.820 tsl (5.117 t?).
Venne inoltre modificata l'alimentazione delle caldaie, che da carbone pass˛ a nafta.
I
l 16 febbraio 1931 la Astrolabe fece il primo viaggio dopo la trasformazione.
Nel 1934 la nave venne posta in disarmo a Marsiglia.
Nel 1935 venne rivenduta alla SocietÓ Anonima Compagnia Genovese di Navigazione a Vapore di Genova. Fu iscritta al Compartimento Marittimo di Genova al n░ 2073 e ribattezzata
Capo Lena.

Il 10 giugno 1940, entrando l'Italia in guerra, la Capo Lena, navigando in Atlantico proveniente dal Canada con un carico di 2000 tonnellate di cellulosa, si rifugi˛ nel porto di Vigo nella neutrale Spagna, dove venne internata.
Il
12 febbraio 1941 il piroscafo, al comando del capitano Giribaldi, salp˛ da Vigo forzando il blocco.
Giunse a Bilbao il 14, dopo due giorni di navigazione. Dopo dieci giorni, ritardando la partenza causa forte burrasca, il 24 febbraio l'unitÓ salp˛ da Bilbao giungendo a Bordeaux il 27 febbraio 1941.

Nel
1942 la Capo Lena venne requisita dalla Kriegsmarine che la rinomin˛ Kapolena.
Dal gennaio all'agosto 1943 venne utilizzata come caserma.

Il 9 settembre 1943, in seguito alla proclamazione dell'armistizio, la nave fu sequestrata dalle truppe tedesche ed incorporata nella Kriegsmarine. Avrebbe dovuto essere trasformata in posamine con il nome di Sperrbrecher 37 ma il progetto non fu mai realizzato per mancanza di materiale.
Il 18 agosto 1944 (alcuni citano il 1║ settembre) i tedeschi autoaffondarono la nave davanti alla bocca del porto di Saint Nazaire.
Nel 1946 il relitto fu recuperato e demolito dai francesi.

ELENCO ALFABETICO PIROSCAFI