ARCHIVIO VECCHIE VELE


125 A.

FORTUNATA FIGARI

ELENCO ALFABETICO VELIERI

Epoca della foto: 26 dicembre 1904 Fotografo: sconosciuto

Origine: Civico Museo Marinaro Gio Bono Ferrari, Camogli

autore: Marcello Bozzo NOTE:  bozzo@agenziabozzo.it

La nave Fortunata Figari il 26.12.1904 in avaria a Melbourne.

Venne costruita nel 1883 dal cantiere di Oswald Mordaunt di Southampton per l'Armatore Bates di Liverpool con il nome di Kistna.

Scafo in ferro, stazzava 2.204 tonnellate.

Nel 1898 fu acquistata dai Fratelli Figari di Camogli che la destinarono alle rotte del Pacifico.

Nella notte di Natale del 1904 al comando del Cap. Rocco Schiaffino di Camogli  transitava nelle agitate acque australiane dello Stretto di Bass coperte da un fitto banco di nebbia.

Con rintocchi di campana, poca vela, lentamente ed all'erta procedeva per Newcastle (A) quando il vapore postale Coogee della Huddart Parker di Auckland (NZ) spuntava dalla nebbia e senza fermarsi corse dritto sulla sezione maestra della fiancata del Fortunata Figari.

L'urto fu inevitabile.

Il veliero ebbe squarcio all'opera morta di babordo, danni alla prua, al trinchetto ed alla maestra; ma il possente bompresso di acciaio del veliero tranciò di netto il ponte di comando, la plancia con la timoneria, il fumaiolo e la sala nautica del Coogee che finirono in fondo al mare insieme agli occupanti: il Comandante, il primo ufficiale ed il timoniere.

Senza più guida né governo il piroscafo rimase in balìa del mare gettando nel panico i 160 passeggeri.

Capitan Schiaffino del Fortunata Figari comprese immediatamente la situazione a bordo del vapore: ordinò al secondo ufficiale Cap. Elia Schiaffino di salire sul Coogee con un cavo di rimorchio ed assumerne il comando e, bracciati i trevi ed orientate le scotte, fece vela su Melbourne rimorchiando il Coogee a salvamento.

La fotografia mostra il veliero appena giunto a Melbourne.

Di questo episodio esiste una sbiadita fotografia (scheda N° 160A) ricavata da un quotidiano dell'epoca ed un quadro coevo (scheda N° 573A) il cui originale si può ammirare nel Civico Museo Marinaro Gio Bono Ferrari a Camogli.

Immagini del Coogee prima e dopo la collisione alle schede 990A, 991A, 992A, 993A.

Mesi dopo al processo alla Corte dell'Ammiragliato Britannico di Londra venne riconosciuto il danno a totale carico del Coogee il cui armatore dovette pagare spese e danni più 1.200 sterline per il premio di salvataggio del piroscafo.

Dopo la sentenza l'Armatore Schiaffino ribattezzò il veliero Vittoria.

Riparato il bastimento, si riprendono i viaggi con al comando il Cap. Santo Brigneti di 38 anni da Camogli: Newcastle (A) ad Honolulu 44 giorni, ritorno 47 giorni. Poi da lì a Tarapacá in Cile 44 giorni, e così di seguito sino all'inverno 1908-1909.

Doppiando Capo Horn per il passaggio in Atlantico, l'uragano colpisce duramente il bastimento che, disalberato e fortemente avariato dovette rilasciare a Montevideo dove, ormai inutilizzabile, nel febbraio 1909 fu venduto come pontone.

ELENCO ALFABETICO VELIERI