ARCHIVIO EX VOTO DI CAMOGLI


10.               GAVARRONE, DOMENICO             1855

Il "Rosina" investito da un fortunale nel Golfo del Leone

acquarello su carta, cm 42x51,5                 (inv. Costa n.23)

firmato: Fece Domenico Gavarrone Genova li 14 aprile 1855

Dati anagrafici conosciuti:

   TIPO:                                          brigantino
   ANNO DI COSTRUZIONE:    1850
   LUOGO DI COSTRUZIONE: Varazze
   ARMATORE:                           Prospero Schiaffino
   CAPITANO:                              Paolo Francesco Ferro

Didascalia:

      "Fortunale sofferto nel Golfo Lione dal Brig.o Rosina Cap.o Paolo Franc.co Ferro; il g.no 18 al 20 D.bre 1854 nella lat.ne 42° 45' N. Long.e 00° 52’ E e conducendo lo stesso fino alla Lat.ne 5° 46' E e facendo gettito di una porzione del Carico, ed attrezzi del B.no, ed invocando nel tempo stesso l'ajuto di N.S. del Boschetto da cui ne venne concessa la grazia."

Note:

   Sintomatico modo di descrivere l'accaduto quello della scritta di questo ex voto da cui si può dedurre l'importanza data alla soluzione tecnica adottata.

   L'abbandono di parte del carico (indicato dal Gavarrone con il gesto degli uomini che rovesciano secchi a mare), in quanto indizio della necessaria conoscenza e perizia da parte dei marinai della nave, e precauzione contemporanea all'invocazione dell'intervento soprannaturale.

   Un "Aiutati che Dio ti aiuta" tradotto in esperienza vissuta e proposta come esempio da seguire agli altri.

   Forse lo stesso spirito motiva la presenza del "Rosina" nell'elenco delle prime navi iscritte alla Mutua Assicurazione fondata a Camogli nel 1853 da un gruppo di previdenti armatori locali, prima assicurazione marittima capace di garantire, grazie agli oltre 500 soci iscritti, entro 24 ore dall'accertato naufragio, un bastimento nuovo all'armatore (G. B. Ferrari, La città dei mille bianchi velieri. Camogli 1935. anastatica 1991, p.231).

 
BIBLIOGRAFIA: (G. B. Ferrari, La città dei mille bianchi velieri. Camogli 1935. Anastatica 1991, p. 231).